13-16 OTTOBRE 2017 | ART PROJECT FAIR

13ª EDIZIONE

Festival Veronetta

in collaborazione con
ESU, Università di Verona, Accademia di Belle Arti, Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza

in collaborazione con
Morse, Reverse, Myhomegallery.org, Isolo 17 Contemporary Art, Collezione De Iorio, Marina Ruggieri 

FestivalVeronetta-logo


FESTIVAL VERONETTA

Un evento diffuso, un progetto d’arte partecipativa che interesserà il quartiere di Veronetta con interventi site specific di alcuni artisti all’interno di una decina di esercizi commerciali e non solo, sull’asse di via XX Settembre e del circondario per La seconda notte di quiete a cura di Christian Caliandro, docente, critico d’arte ed editorialista, in collaborazione con MyHomeGallery.org, piattaforma che avvicina all’arte per via esperienziale, a cui si affianca un fitto programma di live session, dj set e appuntamenti di sound art al Teatro Camploy, al Colorificio Kroen e in alcune sedi del distretto universitario di Santa Marta, a cura dell’Associazione Morse per la quarta edizione del Path Festival, in collaborazione con l’ESU di Verona in occasione della 13^ edizione di ArtVerona, dal 13 al 16 ottobre 2017.

LA SECONDA NOTTE DI QUIETE

LOCANDINE-2017-SecondaNottea cura di Christian Caliandro
Quartiere Veronetta
13 > 15 ottobre 2017
un evento diffuso di arte partecipativa con interventi site specific in alcuni esercizi commerciali e spazi del quartiere Veronetta, tra i più autentici  e vivaci della città

artisti
giuseppe abate / paola angelini / atrii – john cascone / fabrizio bellomo / paolo brambilla / laura cionci / corinna ferrarese / nero / marta roberti / roxy in the box / lucia veronesi / jonathan vivacqua

luoghi

atrio di via XX settembre 62 / business ventures / caffè pedrotti / casa hamid hair design deposito / confetteria filarmonica / ferramenta loris impianti / isolo17 gallery / lo speziale / mercatino del libro usato / officina pixel / osteria da morandin / santa marta / sthandier design / upul sri lankan restaurant

button-sito-page2

 

 

 

PATH FESTIVAL / IV EDIZIONE

path_artveronaa cura di Associazione Morse
Quartiere Veronetta, Teatro Camploy, Ex Caserma Santa Marta, Corte Maddalene
12 > 16 ottobre 2017
dj set, live session, performance di musica elettronica

 

 

button-sito-page2

VIA XX SETTEMBRE 13

Al civico 13 di via XX settembre, durante i giorni di ArtVerona, la Collezione De Iorio propone gli interventi di tre artisti: Benni Bosetto, Gabriele De Santis ed Helena Hladilová, invitata dall’art project Treti Galaxie.

Uno spazio inusuale, diventato espositivo per l’occasione, e articolato tra un ufficio, un cortile esterno e un ex ristorante di cui è ancora affissa l’insegna, ospiterà tre progetti autonomi, proponendo una piccola riflessione su tre differenti ricerche artistiche contemporanee.

Benni Bosetto
Flush away flush anyway, like a pile of ironic ruins

Gabriele De Santis
Segno e Disegno |  Portrait of a portrait of a Portrait

Treti Galaxie: Helena Hladilová
Le Ferseodi

Opening: venerdì 13 ottobre, ore 19:30
Via XX Settembre 13, 37129 Verona

L’evento è promosso e sostenuto dalla Collezione De Iorio.
Si ringrazia Marina Ruggieri per la cortese concessione dello spazio.

STEFANO SCHEDA | LOOKING FOR THE BODY

AV2017_Locandina_StefanoScheda_lookingForThebodymostra di Stefano Scheda
a cura di Leonardo Regano
Isolo17 Contemporary Art
Quartiere Veronetta, via XX Settembre 31b

23 settembre > 29 ottobre 2017

button-sito-page2

FIRST STEP 8

locandina first step 8a cura di Accademia di Belle Arti di Verona
Canoa Club, Corte Dogana 6, Verona
12 ottobre > 12 novembre 2017
(evento di apertura, 12 ottobre dalle ore 18.30)

Gallerie d’Arte e Spazi Espositivi di Verona
18 novembre > 18 dicembre 2017

 

button-sito-page2

 

Un’iniziativa allargata e aperta alla città, che interesserà non un semplice quartiere, ma una città nella città, una città accanto alla città, fatta di muri sbreccati e scrostati incredibilmente belli, di crepe improvvise nelle facciate, ma anche di botteghe, bar, osterie sempre aperti – come il Malacarne, il Morandin, l’Osteria ai Preti, la Pedrotti – che sembrano posizionati fuori dal tempo.

In tale contesto urbano, ricchissimo di storia e fortemente caratterizzato dal punto di vista identitario, dove si rileva un alto tasso di immigrazione e di giovani, in quanto sede dell’Università, alternativo al centro storico-monumentale e alla sua percezione “turistica”, pulsante di luoghi (biblioteche, studi, ristoranti, bar ed esercizi commerciali che pertengono alla vita quotidiana), dove è concretamente possibile entrare e immergersi in una dimensione differente, La seconda notte di quiete prevede la costruzione di una “mostra-non mostra”, di un sistema espositivo non tradizionale, in cui le installazioni degli artisti vivano e crescano all’interno di un ecosistema “precario”, effimero, transitorio, della durata di appena tre giorni, sulla base di alcuni criteri-guida, quali il rispetto per l’identità e la storia del luogo, l’accoglienza, la collaborazione, le relazioni e l’opera d’arte intesa come “stato”.

Gli artisti scelti – tra i quali figurano Paola Angelini, Fabrizio Bellomo, Nero, Roxy in the Box  e Jonathan Vivacqua – sono autori che già lavorano in tale direzione e che presenteranno opere che compongono una narrazione, registrano un mood, un’atmosfera. Segneranno, cioè, una temperatura. Proveranno a sfuggire al proprio statuto (tradizionale?) e anche al proprio tempo, possedendo una natura mobile e mutevole, che tende volentieri alla condizione di opere come ‘stati’.

 Ad affiancare l’iniziativa, un fitto programma di live performancedj set, workshop, talk e installazioni dislocati in altrettanti luoghi carichi di significato, a suggerire l’idea di un percorso in cui gli echi del contemporaneo entrano in risonanza con la storia e con l’identità della città, per la quarta edizione di Path, un festival di musica d’avanguardia, organizzato dall’Associazione Morse, che da alcuni anni porta a Verona alcune tra le proposte più interessanti dello scenario musicale contemporaneo.

In collaborazione con

ABA
ABA