Le VISITE GUIDATE ad ArtVerona 2017, a cura dell’Università degli Studi di Verona

In virtù del Protocollo d’Intesa siglato nel 2015 tra l’Università degli Studi di Verona e ArtVerona | Art Project Fair, anche quest’anno il programma di visite guidate della fiera d’arte moderna e contemporanea è a cura di alcune dottoresse dell’Ateneo scaligero, con percorsi mirati, della durata di circa 45 minuti, rivolti a scuole (primarie e secondarie di primo e secondo grado), gruppi e singoli.

Un’occasione per approfondire tematiche e tendenze, stimolare momenti di studio, riflessione e conoscenza, permettendo al contempo una panoramica sulle più interessanti gallerie espositrici e sugli artisti in mostra, con un’attenzione particolare a:

Grand Tour pad. 12

Il tema della 13a edizione di ArtVerona è “Viaggio in Italia #backtoitaly”. Con cui si vuole sottolineare il fascino che l’Italia ha esercitato sugli artisti, tanto da essere stata (e forse da esserlo tuttora) preziosa fonte di ispirazione. Ma con #backtoitaly si intende evidenziare anche l’impegno che una fiera italiana deve assumersi per valorizzare i propri artisti. Non a caso “Viaggio in Italia” allude anche a quelle realtà straniere presenti nel nostro Paese e interessate ai nostri artisti. Ma anche ai galleristi italiani emigrati all’estero che “riscendono” nella Penisola, portandovi l’esperienza maturata altrove. Nell’area Grand Tour l’attenzione all’Italia si concretizza in opere di artisti italiani o con uno sguardo sulla nostra realtà. Un’isola dove spiri un vento fresco e teso, dove l’idea del Grand Tour trovi una sua attualizzazione non romantica o stucchevole, ma centrata sul presente. Come il passato si sposa a un presente controverso e che tipo di attrazione l’Italia può ancora esercitare?

Primo Amore pad. 11 – 12

Una piattaforma con preview online (http://catalogo.artverona.it/it/cat) che vuole indirizzare il pubblico verso opere di qualità ma dal facile accesso economico, entro i 5.000 euro, per stimolare l’interesse di nuovi collezionisti. Si tratta di un altro incentivo per un collezionismo in erba e dalle risorse contenute, guidato verso opere che facciano scattare la scintilla, il “primo amore”, appunto. Non solo low cost, quindi, ma opere preziose, autentiche “chicche”.

King Kong– pad. 11

Opere per una diversa idea di monumento e installazione. 10 progetti selezionati tra gli autori rappresentati in fiera, immaginando un’area che si offre come un polmone versatile, quale manifesto di libertà ideativa per uno spazio introduttivo importante e insieme partecipato.

I8 | spazi indipendenti pad. 12

14 realtà indipendenti selezionate da Cristiano Seganfreddo in collaborazione con THE INDEPENDENT del MAXXI per la 13a edizione di ArtVerona con le più interessanti progettualità che andranno a interpretare il tema del ‘viaggio’. Con i8 – spazi indipendenti cerchiamo fughe ai viaggi canonici e da catalogo. Non vogliamo offrire quello che già conosciamo e ci aspettiamo. È un progetto che prevede solo destinazioni inesplorate, itinerari sconosciuti o in nuovi territori. Magari non confortevoli, difficili da capire e da raggiungere. Con i rischi connessi di trovare anche piattaforme non ancora definite o in via di sviluppo.

Free Stage – pad. 12

Per la 13^ edizione di ArtVerona l’orizzonte degli Indipendenti si allarga con l’apporto di un nuovo progetto che vede coinvolti esclusivamente artisti. Accanto a gallerie che promuovono artisti, vi saranno 3 giovani artisti non promossi da nessuna galleria, ma presentati da 3 artisti della generazione precedente in un dialogo serrato tra loro, al di là del contributo di figure curatoriali. Questa scelta non vuole marginalizzare il ruolo del curatore, né della galleria, ma intende rispondere a quell’esigenza, sempre più spesso avvertita dagli artisti, di tornare a essere il soggetto attivo della ricerca e di ritracciare la propria identità al di là dei vincoli imposti dal mercato. Gli artisti “padrini” sono H.H. Lim, Daniele Puppi, Giuseppe Pietroniro. Gli artisti “tenuti a battesimo” sono Lula Broglio, Amos Cappuccio e Antonio Della Guardia.

Raw Zone – pad. 12

Area aperta a 8 gallerie di ricerca che si presentano con progetti curatoriali monografici dedicata alla ricerca e all’innovazione con uno sguardo puntato al mercato più giovane.

Orari visite:       venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 ottobre: 12.00, 15.00 e 17.00

Costo visita:      5 euro a persona (minimo 5 iscritti)

4 euro a persona con accredito on-line disponibile su www.artverona.it (minimo 5 iscritti)

50 euro a classe (max  25 alunni)

80 euro a gruppo organizzato (max  25 persone)

Visite guidate a orario fisso, su prenotazione, presentandosi 5 minuti prima direttamente all’ INFO POINT, presso la Galleria dei Signori, hall tra i padiglioni 11 e 12.

Pagamento della visita e punto di ritrovo: INFO POINT nella hall tra i padiglioni 11 e 12.

Ingresso omaggio alla manifestazione riservato a bambini 0-12 anni; disabili; accompagnatori disabili; studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’Università degli Studi di Verona.

Ingresso ridotto a 8 euro riservato a scolaresche e accompagnatori, ragazzi 12/18 anni e over 65.

Per informazioni e prenotazioni: scrivere una mail all’indirizzo artours.artverona@gmail.com, in cui si specifica il giorno e l’orario preferito. Sarete contattati per la conferma.

Referenti: Jessica Bianchera (340 2612167), Chiara Fogliatti (348 4181837)