Con Sustainable Art Prize e Premio Fotografia under 40 si arricchisce il piano premi, riconoscimenti e acquisizioni in fiera

riconoscimentiConcorso Icona

Il Concorso Icona, nel 2017 alla sua dodicesima edizione, vede promuovere l’acquisizione di un’opera che simbolicamente rappresenti la fiera stessa, nel suo essere manifestazione che contribuisce a delineare i contorni dell’attuale panorama dell’arte contemporanea. Il lavoro selezionato tra le proposte delle gallerie partecipanti alla manifestazione, diventerà l’immagine di campagna della comunicazione di ArtVerona dell’anno successivo.  Come vuole la tradizione, a manifestazione conclusa, l’opera vincitrice, selezionata da una Commissione quest’anno presieduta da Silvia Evangelisti e acquisita dalla Collezione De Iorio, entra a far parte della collezione di un museo AMACI – Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani che quest’anno è stato individuato nella Galleria d’Arte Moderna A. Forti – Palazzo della Ragione. Finalità del Concorso è quella di riconoscere la professionalità delle gallerie espositrici, che della fiera sono anima ed espressione. Gallerie tutte di alto profilo, così com’è nella missione di ArtVerona, la quale riconosce in loro un patrimonio nazionale prezioso, di valore assoluto anche in ambito europeo. Un patrimonio al tempo stesso artistico, culturale, professionale ed economico.

Level 0

Quinta edizione del progetto che trova in ArtVerona e nella collaborazione dei direttori dei principali musei e delle istituzioni d’arte contemporanea un’occasione di supporto e visibilità per gli artisti in fiera. Nel 2017 hanno aderito al format i direttori di 10 musei – Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, Galleria Civica di Modena, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea A. Forti – Palazzo della Ragione di Verona, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Kunst Merano Arte di Merano, Mart di Trento e Rovereto, Museion di Bolzano, Museo Civico di Bassano, Museo del Novecento di Milano e Palazzo Ducale di Mantova – che si sono impegnati a individuare tra le proposte degli espositori in fiera un artista da promuovere, all’interno della loro programmazione museale attraverso una mostra, un’installazione, un talk, una pubblicazione o un workshop.

Premio Fotografia under 40

5.000 euro per l’acquisizione in fiera di un’opera di un artista under 40. Alla sua prima edizione, il Premio – nella cui giuria ci sono l’imprenditore Riccardo Aichner, che sostiene il premio, l’artista Francesco Jodice e la storica e critica d’arte Paola Tognon– si propone di supportare la ricerca nella fotografia contemporanea per promuoverne attualità e valore. Medium empatico e quotidiano, la sua diffusione come strumento di indagine, comunicazione e socializzazione, individua nell’arte un percorso di ricerca trasversale e flessibile che facilita il rapporto con i nuovi pubblici restituendo l’autonomia che ne caratterizza sperimentazione e riflessione. In questa logica il Premio si pone l’obiettivo di promuovere la ricerca più sensibile e rafforzare l’interesse di un collezionismo più strutturato.

Premio Display

Terza edizione del riconoscimento promosso da ArtVerona volto a riconoscere e rendere merito a due stand (uno per padiglione) che hanno saputo nella maniera più innovativa ed elegante proporre i propri artisti, le proprie opere nel proprio spazio.  Display è un riconoscimento che ArtVerona assegna agli spazi che perseguono un criterio progettuale, per qualificare ulteriormente la presenza dell’offerta nei padiglioni. Una sorta di anticorpo interno alla sua stessa struttura, che vede in Patrizia Moroso, imprenditrice che ha fatto della ricerca e della cura per il dettaglio una cifra stilistica a livello internazionale, la presidente della Commissione che selezionerà i due progetti più meritori, riconoscendo alle gallerie vincitrici un’agevolazione di 2000 euro sull’iscrizione per il 2018.

i8 – spazi indipendenti

2.000 euro è il riconoscimento in denaro, messo a disposizione dallo sponsor AMIA – Azienda Multiservizi di Igiene Ambientale, per la realtà più rispondente al tema del viaggio.  ArtVerona prevede, in virtù della collaborazione sempre più stretta con Reverse che da alcuni anni affianca l’iniziativa, un allestimento con un suo preciso carattere distintivo, all’interno del padiglione 12. A questo riconoscimento si aggiunge la visibilità sulla rubrica FOCUS di Artribune, media partner della sezione, alla realtà no profit che meglio ha saputo interpretare il tema. Grazie alla partnership con il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, le realtà partecipanti saranno pubblicate sul sito della Fondazione MAXXI.

Fondo Privato Acquisizioni ArtVerona | Art Project Fair
Prosegue il Fondo Privato Acquisizioni per l’arte contemporanea di ArtVerona | Art Project Fair, nato nel 2015 da un’idea del Comitato d’Indirizzo della manifestazione, che al suo interno conta diversi collezionisti, e volto a sostenere il sistema dell’arte italiano, con un investimento di 50.000 euro. Le opere acquisite verranno date in deposito ad alcuni dei musei italiani con i quali ArtVerona già collabora. Quest’anno le opere verranno date in deposito a Fondazione Modena Arti Visive, che riunisce tre istituti culturali modenesi quali Galleria Civica di Modena, Fondazione Fotografia Modena e Museo della Figurina. La selezione delle opere avverrà durante i giorni di fiera grazie ad un Comitato Scientifico composto quest’anno da Gianfranco Maraniello, direttore del Mart – Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e Daniele De Luigi, curatore della Galleria Civica di Modena, a cui quest’anno andranno le acquisizioni, con un focus su fotografia e disegni di cui la Galleria ospita le Collezioni.

Premio Rotary Club Asolo per l’arte contemporanea e i giovani artisti

Seconda edizione del Premio Rotary Club Asolo per l’arte contemporanea e i giovani artisti, che vedrà acquisire in fiera un’opera di un artista emergente del valore di 3.000 euro, con un impegno implementabile e pluriennale. L’opera acquistata potrà essere donata a un’istituzione culturale o didattica (museo, scuola, ecc.), ma anche ad un service umanitario di respiro internazionale. Questo Premio vuole essere un’occasione per diffondere la conoscenza dell’arte contemporanea e sostenere i giovani di talento nel loro percorso artistico.
Un progetto a lungo respiro e di lavoro costante sul territorio e con i giovani, che consentirà all’artista vincitore di partecipare alla giuria del Premio dell’anno successivo. Una forma di mecenatismo che nel nostro territorio può vantare origini molto lontane.

OTTELLA for GAM

In occasione di Art Verona 2017, il Premio Arte Contemporanea per la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti di Verona “OTTELLA for GAM” approda alla sua seconda edizione. Questo riconoscimento è destinato a incrementare il patrimonio artistico della Galleria civica veronese che ha tra i suoi obiettivi più rilevanti la divulgazione della conoscenza dell’arte contemporanea. L’iniziativa ha trovato partners ideali in Francesco e Michele Montresor, contitolari della casa vinicola veronese Ottella. Grazie al loro mecenatismo e alla loro passione per l’arte, i fratelli Montresor sostengono il premio con l’acquisto di una o più opere di giovani artisti emergenti e/o di autori riconosciuti, tra quelle esposte in occasione di ArtVerona 2017, a favore della GAM.

Il nostro lavoro – affermano entusiasti – si fonda sui concetti fondamentali di sostenibilità, rispetto, valorizzazione e salvaguardia. In questa prospettiva la passione per la cultura e per l’arte contemporanea trasmessaci da nostro padre è parte integrante della missione della nostra famiglia. Poter dare il nostro contributo alla valorizzazione della GAM rappresenta un modo concreto per proiettare la nostra azienda al di fuori di un’ottica puramente commerciale e personale, e credere nel museo come occasione di crescita, confronto e dialogo per la città di Verona.

Il premio, che si inserisce all’interno del fitto programma di eventi previsti dalla fiera, in collaborazione sempre più stretta con le istituzioni cittadine, “è stato concepito per dare maggiore valorizzazione e sostegno alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti –  dichiara Francesca Briani, Assessore alla Cultura del Comune di Verona – tramite l’acquisizione di opere che possano fornire una panoramica sempre più completa e uno sguardo più attento alle recenti tendenze della produzione artistica nazionale ed internazionale, permettendo alla Galleria di consolidarsi come una realtà dinamica e in costante crescita, confermata anche dai prossimi appuntamenti espositivi”.

Nel 2016, in occasione della prima edizione del premio “OTTELLA for GAM”, sono state donate alla Galleria d’Arte Moderna le opere di Mauro Fiorese, Treasure rooms degli Scavi di Pompei – Napoli, 2015; di Gohar Dashti, Iran, Untitled (2013); di Giuseppe Teofilo, Senza Titolo (Deriva), 2016.

La commissione giudicatrice di quest’anno sarà composta da Francesca Briani, assessore alla Cultura del Comune di Verona, Patrizia Nuzzo, responsabile della Direzione Artistica e delle Collezioni d’Arte della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, Francesco Montresor, contitolare di OTTELLA, Franco Piavoli, regista cinematografico e fotografo, Mariateresa Pizza, direttrice del Museo Archivio Laboratorio Franca Rame Dario Fo.

Sustainable Art Prize: un premio di Ca’ Foscari ad ArtVerona 2017

L’Università Ca’ Foscari Venezia, in collaborazione con ArtVerona, istituisce, all’interno delle attività del programma “Ca’ Foscari sostenibile” un premio sui temi della sostenibilità, dedicato agli artisti presenti ad ArtVerona.

Nella Giuria il Professor Fabio Pranovi, esperto di ecosistemi e tecnologie ambientali, nonché delegato del Rettore cafoscarino per la Sostenibilità. Ad affiancarlo vi saranno Riccarda Mandrini, nota giornalista dell’arte e contributor per ArtEconomy24, e Carlo Sala, fra i più attivi curatori italiani dediti alla scoperta di giovani talenti. I tre giurati riceveranno supporto dallo storico ed economista dell’arte Diego Mantoan nella veste di Segretario.

Il progetto nasce con l’obiettivo di promuovere i temi dello sviluppo sostenibile, favorendo una maggiore consapevolezza sul tema e stimolando l’impegno da parte degli artisti in questa direzione, attraverso l’utilizzo del mezzo artistico, quale potenziale strumento di diffusione e divulgazione di tematiche legate alle grandi sfide globali, in linea con i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, promossi dall’ONU.

Il premio prevede per l’artista vincitore, selezionato in fiera da una Commissione apposita, la realizzazione di un’esposizione/installazione presso gli spazi dell’Università Ca’ Foscari Venezia, in concomitanza con l’edizione di ArtVerona 2018. L’iniziativa si inserisce in un progetto più ampio nel quale verranno coinvolti gli studenti cafoscarini e il nuovo progetto di Ca’ Foscari Science Gallery Venice che unirà scienza e tecnologia, arte e design, ispirando nuovi modi di pensare e generando innovazione.

L’Università, attraverso il Sustainable Art Prize, risponde ad uno dei principali obiettivi della sua mission, ovvero la diffusione di valori di sostenibilità sul territorio con attività e iniziative scientifiche e culturali.