13-16 OTTOBRE 2017 | ART PROJECT FAIR

13ª EDIZIONE

ArtVeronaTalk | Collezionismo

Il piacere dell’arte. Scenari tra passione, investimento e prospettive

Il programma di ArtVeronaTalk , nell’ambito della 12^ edizione di ArtVerona che si è conclusa lo scorso 17 ottobre, ha avuto un grande seguito da parte del pubblico.

Ha fatto da filo conduttore a tutto il programma un’ampia riflessione sugli scenari e sulle prospettive che stanno alla base del collezionare, con una attenzione particolare alla sua declinazione pubblica e allo sviluppo che negli ultimi tempi, specie in Italia, vede affidare al collezionista un ruolo sempre più attivo nel sistema dell’arte, tanto da dare vita a nuove Fondazioni.

ArtVerona ha inaugurato la sua dodicesima edizione con un’ospite d’onore: Anna Somers Cocks, ideatrice e CEO di The Art Newspaper, la più autorevole testata internazionale di settore, che ha scelto di festeggiare i 25 anni dalla sua fondazione con un ciclo di incontri partito dal British Museum di Londra, poi approdato all’Hermitage di San Pietroburgo, al MOMA di New York e ai Musei Vaticani.

What’s art for? A cosa serve l’arte oggi?” è il tema scelto dal magazine e adottato per l’apertura di una manifestazione fieristica che fa dell’esperienza dell’arte e del confronto la sua cifra distintiva. Anna Somers, con il contributo di Catterina Seia, direttrice de Il Giornale delle Fondazioni, ha illustrato i punti cardine di questo viaggio di riflessione, focalizzandosi sul ruolo dell’arte nella società contemporanea, complessa e globalizzata, al confine tra le opportunità dei grandi cambiamenti e le fragilità, individuali, sociali, politiche.
Andrea Bruciati, direttore di ArtVerona, accogliendo una domanda affatto retorica, ma quotidiana sulle ragioni d’essere del sistema dell’arte, ne ha dibattuto con Barbara Polla (gallerista), Andrea Galvani (artista) e Antonio Coppola (collezionista).

Adriana Polveroni, curatrice dei talk di ArtVerona dal 2014, ha proseguito offrendo al pubblico tre momenti di riflessione:

Di che cosa parliamo quando parliamo di collezionismo? Il superamento della dimensione privata
in dialogo con Tullio Leggeri, Maria Grazia e Claudio Palmigiano

Collezionismo come pratica attiva. Il sostegno all’arte italiana
in dialogo con Andrea Fustinoni, Diego Bergamaschi, Natalina e Pierluigi Remotti,  Patrizia Sandretto Re Rebaudengo

Quando la collezione non è in casa. Nuove forme di collezionismo tra ambiente, azienda e luoghi espositivi
in dialogo con Grazia e Gianni Bolongaro, Giovanni Bonotto, Giorgio Fasol