ArtVerona Digital prosegue con Digital Yellow, dal 4 al 14 dicembre protagonisti i nuovi premi e le selezioni di Level 0.

Al via l’appuntamento centrale del programma digitale 2020: le 122 gallerie partecipanti presenteranno per 10 giorni il meglio della propria ricerca artistica. Entro domenica 13 dicembre saranno resi noti i 19 artisti selezionati dai musei e dalle fondazioni private di Level 0 e i vincitori dei due nuovi premi A Collection e Premio Montani Tesei Under 35.

Proseguono i format digitali che coinvolgono il pubblico nella sezione Insight della piattaforma e sui profili social di ArtVerona: Massimo Osanna, Direttore Generale Musei del MIBACT, sarà l’ospite di Maria Chiara Valacchi al prossimo Counterpoint.

Dopo l’esperimento riuscito di Digital Black, il primo Black Friday dell’arte contemporanea, che ha generato migliaia di visite e interazioni tra collezionisti e gallerie, ArtVerona Digital è pronta a dare inizio a Digital Yellow, il secondo e più ampio appuntamento digitale del programma 2020 che presenta, dal 4 al 14 dicembre, il meglio della proposta artistica di ciascuna delle 122 gallerie partecipanti, attraverso una selezione delle opere più significative degli artisti rappresentati. A partire dal 4 dicembre, inoltre, le giurie saranno al lavoro per assegnare i premi e i riconoscimenti dell’edizione 2020 di ArtVerona: Level 0, A Collection e Premio Montani Tesei Under 35, i cui vincitori saranno resi noti entro domenica 13 dicembre.

Level 0 è il format, ideato nel 2013 da Andrea Bruciati e quest’anno in collaborazione con Ashtart all’interno del workshop “Nature/US”, che ha raccolto quest’anno l’adesione di ben 19 tra musei e fondazioni che individueranno un artista italiano tra quelli presentati sulla piattaforma, da promuovere all’interno della programmazione futura dell’istituzione.

A Collection è il premio di produzione associato a un breve percorso di residenza che darà la possibilità al vincitore – scelto da una giuria composta da Giovanni Bonotto, presidente di A Collection, Chiara Casarin, direttrice di A Collection, Marcello Forin, collezionista, e Nicola Zanella, manager culturale – di disegnare un arazzo e di assistere alle prime fasi della tessitura: a realizzarlo sarà il maestro tessitore Giovanni Bonotto, che costruisce insieme all’artista l’identità visiva dell’opera.

Il Premio Montani Tesei Under 35 sosterrà gli artisti emergenti presenti sulla piattaforma e attiverà il coinvolgimento del pubblico di ArtVerona: la giuria – composta da Sveva e Francesco Taurisano (CollezioneTaurisano, Napoli), Sabrina Comin (Project Manager di TRA Treviso Ricerca Arte) e Virginia Montani Tesei, avvocato e sponsor del Premio – selezionerà 8 artisti under 35 tra quelli rappresentati dalle gallerie che partecipano alla fiera. I loro nomi verranno condivisi sulla pagina Instagram di ArtVerona e potranno essere votati: la giuria aggiudicherà il Premio scegliendo uno dei tre nomi che avranno avuto maggior consenso online. La shortlist degli otto finalisti verrà pubblicata anche sul sito della fiera e sulla piattaforma Artshell.

Continuano inoltre le iniziative digitali, a partire da Counterpoint, il ciclo di talk a cura di Maria Chiara Valacchi che, ogni giovedì alle 18 fino al 7 gennaio 2021, conduce sul profilo Instagram della fiera brevi interviste, di quindici minuti circa ciascuna. Ospite del secondo appuntamento di giovedì 3 dicembre Massimo Osanna, Direttore Generale Musei del MIBACT. Seguiranno Laura Cherubini, storica e critica dell’arte; Emanuele Coccia, filosofo; Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, collezionista.

Nella sezione Insight della piattaforma Artshell e sui profili social di ArtVerona è possibile approfondire anche Studiochat, il nuovo format di dialogo tra curatore e artisti, pensato da Saverio Verini: dodici artisti, scelti tra quelli proposti dalle gallerie partecipanti, hanno l’occasione di presentarsi in un video da un minuto rispondendo a tre semplici domande sul proprio percorso artistico. Gli artisti e le gallerie partecipanti sono: Romina De Novellis – Alberta Pane, Federica Di Pietrantonio – The Gallery Apart, Valentina Furian – UNA, Diego Gualandris – ADA, Reihaneh Hosseini – A.MORE Gallery, Christine Liebich – E3 Arte Contemporanea, Beatrice Meoni – Cardelli & Fontana arte contemporanea, Rebecca Moccia – Mazzoleni, Monique Mouton – VEDA, Mauro Panichella – Gian Marco Casini Gallery, Victoria Stoian – Galleria Peola Simondi, Patrick Tuttofuoco – Schiavo Zoppelli Gallery, Emilio Vavarella – Gallleriapiù e Stefano Mario Zatti – Atipografia.

Per approfondire ulteriormente il tema del collezionismo, il pubblico potrà leggere le interviste di Critical Collecting, il format ideato e curato da Antonio Grulli che invita dieci giovani critici d’arte indipendenti a raccontare la collezione o il modo di collezionare di altrettanti collezionisti, con particolare attenzione al mercato italiano.

ArtVerona Digital, inoltre, presenta la Charity partnership con Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica (FFC), L’Arte per FCC, sottolineando l’importanza della Ricerca scientifica: dal 4 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021, nella sezione Insight della piattaforma, verrà proposta l’asta virtuale di due opere, Arborea di Annalù e Ultra di Andrea Bianconi, il cui ricavato sarà interamente devoluto a sostegno della Ricerca per la fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa in Italia, grazie alla sensibilità e generosità dei due artisti, rappresentati rispettivamente dalla galleria Punto sull’Arte di Varese e La Giarina di Verona.

Il programma digitale di ArtVerona si concluderà con Digital White, rivolto alle 67 gallerie aderenti ad ArtVerona Digital e iscritte all’associazione ANGAMC, partner del progetto digitale, che si svilupperà dal 15 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021 nella modalità di un solo show, in cui si potranno approfondire fino a 15 opere di un solo artista per ciascuna galleria.

Veronafiere S.p.A.
Viale del Lavoro 8
37135 Verona
Tel. +39 045 8298111
Fax +39 045 8298288
P.IVA 00233750231

Newsletter sign up
Iscriviti

© 2020 Veronafiere S.p.A., all rights reserved