Tentare l’impossibile è la pratica più diffusa dell’arte. L’arte compie azioni impossibili per statuto, mentre si confronta con la scienza, la filosofia, l’economia o la politica, quando si chiude nel suo eremo o viene cancellata, quando scende per strada o appare sui muri delle città. L’utopia, che raccoglie le istanze della storia e del pensiero, ne è il paesaggio, la condizione dentro la quale ogni giorno l’arte allena la propria ricerca.

Ma l’impossibile dell’arte è qualcosa di profondamente umano, paradossale e contagioso. Ha un’essenza concreta, suggerisce delle visioni, plasma la materia e dilata il tempo. Ci offre la possibilità di partecipare a quella parte della vita che le pratiche del consumo non riescono a mettere a regime.

Artefici e mecenati, artisti e collezionisti sono i protagonisti di questa avventura: modificati dal tempo rendono possibile l’impossibile sul palcoscenico dell’arte.

Il ciclo di talk di ArtVerona sceglie nel 2018 di raccontare la figura del collezionista contemporaneo, cercando di indagare se collezionare sia oggi in Italia una pratica intima o una missione pubblica. Nell’epoca digitale le conversazioni sono infatti un’occasione privilegiata per confrontare le forme più attuali del collezionismo: giovani generazioni che si aprono all’acquisto di progetti e opere secondo linee di interesse ben caratterizzate, collezionisti consolidati che scelgono di aprire al pubblico le proprie collezioni e altri ancora che accompagnano la sperimentazione più avanzata o intangibile. Più in generale collezionisti che rendono possibile la ricerca sostenendola con continuità, partecipazione e immaginazione. Che spendono competenze, tempo e denaro per condividere il rischio di imprese impossibili.

Venerdì 12 ottobre

12:30 – 14:30

What’s Art for? A cosa serve l’Arte oggi?

Elena Ciresola, Docente di Atelier Direction Accademia di Belle Arti, Verona

Claudio Giorgione , curatore del Museo nazionale della scienza e della tecnica Leonardo da Vinci di Milano

Lisa Parola, Curatore e Direttore Fondazione Sardi per l’Arte, Torino

Valentina Porcellana, docente di Antropologia applicata e del linguaggio e Antropologia medica dell’Università di Torino

Marcello Smarrelli, Direttore Artistico Fondazione Elica

Irene Pittatore, artista

gli studenti dell’Accademia con la docente  Elena Ciresola

in dialogo con Catterina Seia Vice Presidente Fondazione Fitzcarraldo

 

Ore 13:30 Performance You as me di Irene Pittatore

Venerdì 12 ottobre

ore 15:00

Arte, Diritto e Impresa: le Corporate Art Collection

Italo Carli, Managing Director AXA ART, La protezione delle collezioni d’impresa

Roberto Castoldi, Studio Nobolo, Le Corporate Art Collection nell’esercizio d’impresa: profili fiscali

Laura Feliciotti, Coordinamento tutela e valorizzazione patrimonio artistico Intesa San Paolo, L’esperienza di Gallerie d’Italia

Annapaola Negri-Clementi, Managing Partner Negri-Clementi Studio Legale, Negri-Clementi: dalla collezione al diritto dell’arte, ai servizi di art advisory

 

Modera Riccarda Mandrini, giornalista esperta del mercato dell’arte

Venerdì 12 ottobre

ore 16:30

Collezionare: una passione di vita / Focus Lituania Contemporanea 

Elena Forin, curatore indipendente e LaRete Art Projects, Collezione Forin – Bassano del Grappa, Milano, Parma

Ubaldo Ubaldi, Milano, collezionista

Antonio e Annamaria Maccaferri, Bologna, collezionisti

Julija Reklaité, addetta culturale dell’Ambasciata della Repubblica di Lituania in Italia

Vilius Kavaliauskas, collezionista e chairman della Lewben Art Foundation, Vilnius, Lituania

Francesca Ferrarini, curatrice della Lewben Art Foundation, Vilnius, Lituania

 

Modera Paola Tognon, critica e storica dell’arte

Sabato 13 ottobre

ore 12:30

Pratica e valori identitari del collezionista privato. Passando per la carriera professionale.
Francesco Francica, collezionista e partner di Carnelutti Studio Legale Associato;

Marilena Pirrelli, giornalista de Il Sole 24 ORE

incontro a cura di Marianna Agliottone, curatrice e studiosa dei fenomeni del collezionismo

Sabato 13 ottobre

ore 14:30

L’impresa possibile. Art & Business: 3 utopie da demitizzare

Marco Vidal, CEO di Mavive e di The Merchant of Venice

Gianni Schiavon, CEO di Zintek

Alessandra Previtali, CEO di Venice Heritage Tower

Filippo dall’Amico, CEO di La Prima Plastics

 

Modera Chiara Isadora Artico, CEO Current Corporate

Sabato 13 ottobre

ore 16:30

L’impegno dell’arte

Francesco Taurisano, Collezione Taurisano, Napoli

Andrea Boghi, collezionista, Brescia

Oliviero Falconi, collezionista, Bergamo

Maria Grazia Longoni, avvocato, collezionista, Milano

 

Modera Paola Tognon, critica e storica dell’arte

Domenica 14 ottobre

ore 12:30

Utopie realizzate – i9 | Spazi Indipendenti

Utopie realizzate – i9 | Spazi Indipendenti

Giulia Floris e Giulia Ratti, curatrici Italian Cluster

Simone Ciglia, assistente ricercatore MAXXI, The Independent

Massimiliano Tonelli, direttore Artribune

Bruno Tacchella, Presidente di AMIA Verona S.p.A.

i 14 spazi indipendenti selezionati

 

Modera Cristiano Seganfreddo, curatore i9 | spazi indipendenti

Domenica 14 ottobre

ore 14:30

SUSTAINABLE ART PRIZE: Esiti di un esperimento fra università, arte e sostenibilità

con proiezione del video d’artista “La Repubblica delle Meraviglie” di Vinci/Galesi

e presentazione del catalogo de “La Repubblica delle Meraviglie” 

 

Prof. Warren Cairns, CNR e Università Ca’ Foscari Venezia, Presidente Sustainable Art Prize

Sasha Vinci e Maria Grazia Galesi, artisti vincitori SAP 2017

Paola Tognon, curatrice

 

Modera Diego Mantoan, Assegnista di ricerca, Università Ca’ Foscari Venezia

Domenica 14 ottobre

ore 16:30

Collezionare: una pratica intima o una missione pubblica?

Diego Bergamaschi, collezionista, Milano

Vittorio Gaddi, collezionista, Lucca

Giuseppe Iannaccone, collezionista, Milano

Rischa Paterlini, curatrice della Collezione Giuseppe Iannaccone, Milano.

Massimo Melotti, sociologo e critico d’arte, Torino

 

Modera Paola Tognon, critica e storica dell’arte

media partner

Veronafiere S.p.A.
Viale del Lavoro 8
37135 Verona
Tel. +39 045 8298111
Fax +39 045 8298288
P.IVA 00233750231

Newsletter sign up
Iscriviti

© 2018 Veronafiere S.p.A., all rights reserved