Seconda edizione del format, nato da un’idea di Adriana Polveroni, dedicato ai giovani artisti non promossi da gallerie, ma presentati da artisti della generazione precedente.

L’edizione di quest’anno vede come mentore l’artista Adrian Paci che terrà a battesimo la ricerca di Leonardo Pellicanò e del duo Alessandro Laita e Chiaralice Rizzi.

I tre giovani artisti di Free Stage condividono un’idea precisa: l’arte è un modo per operare uno slittamento del senso e, al tempo stesso, un renactment.

Leonardo Pellicanò afferma che il suo lavoro agisce come un attraversamento dell’alterità, una continua trasposizione del sé in un’opera, senza per questo marcare una priorità del soggetto ma, piuttosto, come uno scambio, un rimando permanente tra questi due poli dove l’opera è in grado di delineare le coordinate identitarie dell’artista. 

E il tema dell’identità e della sua configurazione, o semplice abbozzo, nella relazione con qualcosa altro da sé è ciò che caratterizza anche il lavoro del duo composto da Alessandro Laita e Chiaralice Rizzi. I due artisti prendono spunto da immagini preesistenti, legate per lo più al proprio vissuto famigliare, e le elaborano appropriandosene, avviando una storia diversa dove quelle stesse immagini tornano a vivere in una nuova riconfigurazione. Oltre il dato autobiografico, che diventa, anzi, lo spunto per una nuova pratica, tra pubblico e privato” afferma Adrian Paci.

Veronafiere S.p.A.
Viale del Lavoro 8
37135 Verona
Tel. +39 045 8298111
Fax +39 045 8298288
P.IVA 00233750231

Newsletter sign up
Iscriviti

© 2018 Veronafiere S.p.A., all rights reserved