i8 – spazi indipendenti | Sono quattordici le realtà indipendenti selezionate da Cristiano Seganfreddo

ALBUMARTE, ROMA |ANITA, ROMA |CONTEMPORARY LOCUS, BERGAMO |CURRENT, MILANO |DIMORA ARTICA, MILANO |E IL TOPO, MILANO |GELATERIA SOGNI DI GHIACCIO – LOCALEDUE, BOLOGNA |MAGAZZINI FOTOGRAFICI, NAPOLI |MORE MUSEUM |PIERRE DUPONT |POLISONUM, ROMA |RADIOARTE, SIENA |SC17, PRATO |TILE PROJECT SPACE, MILANO.

Il tema

Luoghi e non luoghi. Viaggi fisici o virtuali. Al centro della terra, di un chip o di un iPhone. Ventimila leghe sotto i mari o in ottanta giorni, per una scommessa. Su WhatsApp o con le webcam, su wechat o Facebook. Con il trolley quattro ruote in mano, su un Uber o a prenotare su Airbnb.
Il mondo è in viaggio e viaggia, con le notizie, le immagini, i bytes e gli atomi.
L’arte e le sue derivate, sempre più fashion e glamour, sono i luoghi privilegiati del viaggio. Da sempre. Sono il viaggio stesso. Intellettuale ed emozionale. E oggi anche molto fisico. Tribù si spostano come per gli esodi estivi. Gruppi disomogenei quando simili, che popolano vernissage e opening, serate speciali e preview. Non basta più solo il possesso, la visione, ma diventa strutturale anche la presenza fisica. Con uno sharing immediato e iperconnesso. Da Basilea a HK, da Miami a Verona, fino a Dallas. Nuove geografie nascono, nuove forme di relazione, inaspettati incroci.
Le tecnologie entrano nel viaggio, lo determinano, lo scandiscono. Ma non solo. Cambiano le interazioni con i viaggiatori, che siano artisti, galleristi, collezionisti o curatori.
Con i8 – spazi indipendenti cerchiamo fughe ai viaggi canonici e da catalogo. Non vogliamo offrire quello che già conosciamo e ci aspettiamo. È un progetto che prevede solo destinazioni inesplorate, itinerari sconosciuti o in nuovi territori. Magari non confortevoli, difficili da capire e da raggiungere. Con i rischi connessi di trovare anche piattaforme non ancora definite o in via di sviluppo.
Cerchiamo idee innovative per continuare a viaggiare, per scoprire, per portarci da qualche parte che non conosciamo. Perché se il viaggio della conoscenza e dell’esplorazione non prosegue, si riduce ad una visione televisiva che riporta semplicemente bytes e immagini bidimensionali.
Unica precauzione: accettare le scomodità, alcuni disservizi e probabili imprevisti.

La mission

i8 persegue l’intento originario di dare spazio e visibilità in una fiera d’arte moderna e contemporanea alle più interessanti realtà artistiche e sperimentali italiane, che si muovono in maniera autonoma ed emancipata rispetto al sistema istituzionale e che sono spesso catalizzatrici di nuove tendenze.
Un’operazione innovativa, che coinvolge un pubblico ampio e diversificato e che permette l’inedito incontro tra soggetti indipendenti, stakeholder e opinion leader del mondo dell’arte, creando all’interno di ArtVerona una sezione specificatamente dedicata a spazi no-profit, associazioni, fondazioni, collettivi, impegnati in percorsi autonomi di ricerca e sperimentazione in ambito contemporaneo.

Lo spazio e la visibilità

Ogni partecipante avrà a disposizione, gratuitamente e per tutta la durata di ArtVerona (13 > 16 Ottobre 2017), uno spazio di circa 12 mq² delimitato da una parete di fondo (in tamburato, spessa 4 cm, larga 3 m e alta 4 m) e ai lati da nastro adesivo a terra, con grafica del nome della realtà e un modulo espositivo per presentare il proprio progetto.
Non solo, sono previsti nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, tre talk in cui i 15 selezionati avranno modo di raccontarsi al pubblico.
Tutte le realtà godranno della medesima visibilità sui materiali di comunicazione di i8 all’interno della comunicazione integrata della manifestazione.
A i8 sarà riservato un approfondimento nel catalogo (una pagina dedicata per ciascuna realtà, con anagrafica, foto, preferibilmente orizzontale, e descrizione di 1200 battute, spazi inclusi, della propria identità), nel sito e nella comunicazione di ArtVerona 2017. Le realtà selezionate saranno inoltre pubblicate sul sito della Fondazione MAXXI: theindependentproject.it
Sono ammesse tutte le realtà no-profit italiane che sviluppano le loro attività nell’ambito della cultura e delle espressioni artistiche contemporanee e che parteciperanno a i8 per presentare le proprie progettualità senza finalità di lucro.
Per concorrere alla selezione è necessario inviare, entro e non oltre il 20 giugno 2017, una mail all’indirizzo indipendenti@artverona.it con oggetto “Partecipazione i8” e in allegato:
– una presentazione dettagliata del progetto (in formato PDF, peso max 2 mega)
– un’immagine ad alta risoluzione (300 dpi, jpg, base 15 cm, formato orizzontale) indicativa del progetto e completa di didascalia (autore, titolo, anno, tecnica, misura, courtesy, credit)
– la scheda di candidatura compilata, scaricabile dal sito di ArtVerona

Il riconoscimento

In palio per la realtà con la progettualità più rispondente al tema indicato:
2000 euro messi a disposizione da Amia Verona S.p.A., Azienda Multiservizi di Igene Ambientale da sempre sensibile alle politiche legate all’ecosostenibilità;
un approfondimento nella rubrica FOCUS del numero di Novembre di Artribune.

La giuria

La valutazione sarà frutto dell’esito della Commissione Selezionatrice composta da Cristiano Seganfreddo, ideatore e curatore del format, direttore di Progetto Marzotto; Massimiliano Tonelli, direttore di Artribune, storico media partner del progetto; Riccarda Mandrini, giornalista di Art Market e VIP International Relations di ArtVerona; un rappresentante del MAXXI partner di progetto e un rappresentante di Amia, dal 2014 supporter dell’iniziativa.
Le quattordici le realtà indipendenti selezionate da Cristiano Seganfreddo per la 13a edizione di ArtVerona | Art Project Fair, ospitate all’interno del padiglione 12 di Veronafiere con le più interessanti progettualità che andranno a interpretare il tema del ‘viaggio’. E nello specifico:
ALBUMARTE, ROMA | ANITA, ROMA | CONTEMPORARY LOCUS, BERGAMO | CURRENT, MILANO | DIMORA ARTICA, MILANO | E IL TOPO, MILANO | GELATERIA SOGNI DI GHIACCIO – LOCALEDUE, BOLOGNA | MAGAZZINI FOTOGRAFICI, NAPOLI | MORE MUSEUM | PIERRE DUPONT | POLISONUM, ROMA | RADIOARTE, SIENA | SC17, PRATO | TILE PROJECT SPACE, MILANO.

RADIOARTE, SIENA

MORE MUSEUM

TILE PROJECT SPACE, MILANO

SC17, PRATO

POLISONUM, ROMA

PIERRE DUPONT

MAGAZZINI FOTOGRAFICI, NAPOLI

GELATERIA SOGNI DI GHIACCIO – LOCALEDUE, BOLOGNA

E IL TOPO, MILANO

DIMORA ARTICA, MILANO

CURRENT, MILANO

ANITA, ROMA

ALBUMARTE, ROMA

CONTEMPORARY LOCUS, BERGAMO

Veronafiere S.p.A.
Viale del Lavoro 8
37135 Verona
Tel. +39 045 8298111
Fax +39 045 8298288
P.IVA 00233750231

Newsletter sign up
Iscriviti

© 2018 Veronafiere S.p.A., all rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Post comment