ArtVerona Digital sceglie Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica come Charity Partner accogliendo sui propri canali l’asta solidale di due opere il cui ricavato sarà interamente devoluto a sostegno della Ricerca per la fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa in Italia, grazie alla sensibilità e generosità degli artisti Annalù e Andrea Bianconi.

Mai come in questo periodo si è colto il valore della ricerca scientifica, allargato e trasversale; si sta riflettendo sul prezzo che andremo a pagare, anche in termini sanitari, a causa di questa gravissima situazione causata dalla pandemia da COVID 19 – dichiara Matteo Marzotto, presidente di Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica –. Pensieri che stanno attraversando anche il mondo dell’arte, a cui gli artisti Annalù e Andrea Bianconi hanno cercato di dare una risposta, per cui noi di FFC siamo davvero grati. La fibrosi cistica è la malattia genetica grave più diffusa in Italia per cui ancora non c’è una cura risolutiva. Colpisce molti organi, ma alla fine è il blocco ai polmoni che porta all’impossibilità di respirare. Per i malati di fibrosi cistica, la cui aspettativa di vita media supera di poco i 40 anni, mascherina, distanziamento sociale, precauzioni igieniche sono la quotidianità, fin dalla nascita. La Ricerca per i malati FC è fonte di speranza e motivazione, ogni giorno. La fibrosi cistica resta un’urgenza nell’emergenza. Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, onlus riconosciuta dal MIUR, da 2002 ha investito 32 milioni di euro in 420 progetti di Ricerca e si impegna ogni giorno per trovare la cura per tutti coloro che ancora sono orfani di terapia”.

Annalù, Arborea, 2018, vetroresina, radici, inchiostri, cm 44×40×86, courtesy l’Artista e galleria Punto sull’Arte, Varese

Arborea è stata concepita nel periodo in cui l’Artista ha scoperto di essere portatrice sana di fibrosi cistica. In Italia c’è 1 portatore sano ogni 25 persone che può trasmettere il gene difettoso ai figli, spesso inconsapevole di esserlo. Ogni settimana nascono 4 neonati malati di fibrosi cistica. Il processo di immedesimazione e la riflessione sulla mancanza di respiro nei malati FC si sono trasformati nella visionarietà di Annalù in una Driade moderna che, come le antiche ninfe boschive dotate di nefes, ha il potere di dare vita in più, con il suo afflato, la sua forza rigenerativa. Una figura positiva, generosa e incoraggiante. Un inno alla Ricerca, depositaria per i malati FC di ogni speranza.

Arborea è visibile presso la galleria Punto sull’Arte di Sofia Macchi a Varese.
Il valore iniziale con cui l’Opera viene battuta all’asta è di 20.000 euro.

Il ricavato dell’offerta sarà dall’Artista interamente devoluto a FFC per sostenere la Ricerca in fibrosi cistica, come da regolamento.
Per informazioni sull’opera, scrivere a donazioni@fibrosicisticaricerca.itrequest@puntosullarte.it

ANNALÙ

Annalù Boeretto è nata a San Donà di Piave, Venezia, nel 1976. Vive in una casa palafitta sulla riva destra del fiume Piave e lavora nello studio di Jesolo. I suoi lavori si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Andrea Bianconi, Ultra, 2020, installazione luminosa, cm 94×140, courtesy l’Artista e La Giarina Arte Contemporanea, Verona

ULTRA significa oltre, al di là. Per Andrea Bianconi le frecce indicano le direzioni a cui ognuno di noi ha rivolto cuore, sguardi, parole, ascolto, speranza. Noi stessi siamo frecce, che, motivati da una causa comune, possiamo andare oltre, farci luce, e contribuire a dare respiro in più a chi ossigeno non ne ha. Essere frecce all’arco della Ricerca per trovare una cura per tutti i malati di fibrosi cistica che ancora l’aspettano.

ULTRA è visibile presso la galleria La Giarina di Cristina Morato a Verona.

Il valore iniziale con cui l’Opera viene battuta all’asta è di 20.000 euro.

Il ricavato dell’offerta sarà dall’Artista interamente devoluto a FFC per sostenere la Ricerca in fibrosi cistica, come da regolamento.
Per informazioni sull’opera, scrivere a donazioni@fibrosicisticaricerca.itinfo@lagiarina.it

ANDREA BIANCONI

Nato ad Arzignano (Vicenza) nel 1974, Andrea Bianconi vive e lavora tra gli Stati Uniti e l’Italia. La sua opera spazia fra le diverse forme artistiche della performance, pittura e scultura con esibizioni in musei pubblici e spazi privati di tutto il mondo.

Organized by

Veronafiere S.p.A.
Viale del Lavoro 8
37135 Verona
Tel. +39 045 8298111
Fax +39 045 8298288
P.IVA 00233750231

Newsletter sign up
Iscriviti

© 2020 Veronafiere S.p.A., all rights reserved