What's art for? A che cosa serve l'arte oggi?

Venerdì 12 ottobre alle 12.30 nell’Area Talk del padiglione 12, l’Accademia di Belle Arti di Verona restituirà il percorso longitudinale varato nel 2016 con ArtVerona, che ha rafforzato la relazione della manifestazione con l’istituzione cognitiva e con gli studenti, futuri artisti e creativi, per comprendere come si stia evolvendo la relazione dei giovani nei confronti dell’arte contemporanea.

Un percorso ricco di nuove visioni, attraverso lecture, workshop e ascolti in profondità tra pari, per indagare il ruolo dell’Arte nella contemporaneità, dal quale sono nate tesi di ricerca e progetti artistici.

“What’s art for? A che cosa serve l’arte oggi?”, nasce dall’idea di Catterina Seia, Vice Presidente Fitzcarraldo, che lo ha sviluppato.

Partendo dalla grande domanda lanciata da The Art Newspaper a livello internazionale, con la direttrice della testata leader, Anna Somers Cocks, ArtVerona ha promosso un programma triennale di lecture e workshop per gli studenti del Biennio di Atelier Direction. Mediazione culturale dell’arte, coordinati dalla prof. Elena Ciresola.

Gli studenti, coordinati dalla prof. Ciresola, hanno inoltre sviluppato un’indagine conoscitiva con una campagna di ascolto tra pari verso gli studenti universitari delle facoltà umanistiche veronesi per comprendere il valore che i giovani attribuiscono all’esperienza artistica per la loro professione, la loro esistenza.

Nell’incontro verranno condivisi con il pubblico anche gli esiti dell’ultima tappa del percorso, il workshop svolto a Verona il 20 e 21 settembre con l’artista Irene Pittatore che, insieme a Valentina Porcellana, docente di Antropologia applicata e del linguaggio, ha coinvolto gli studenti sul tema di ricerca, la consapevolezza di sé, dell’empatia, risorse in un mondo in radicale trasformazione.

Dopo il talk prenderà vita una performance partecipata dal pubblico “You as me. Nei panni degli altri”, alla quale ha collaborato un gruppo di studenti in antropologia dell’Università di Torino che, a distanza e attraverso l’attività laboratoriale, si è confrontata con gli studenti veronesi sul senso dell’utopia e sui valori fondativi di una comunità civile e democratica, capace di esprimere e accogliere complessità e di ispirare i propri concittadini.

Interverranno in dialogo con Catterina Seia gli studenti dell’Accademia, Elena Ciresola, docente del Bienno di Atelier Direction, Lisa Parola-curatore e direttore Fondazione SardiClaudio Giorgione, curatore del Museo nazionale della scienza e della tecnica Leonardo da Vinci di Milano, Valentina Porcellana, docente di Antropologia applicata e del linguaggio e Antropologia medica dell’ Università di Torino, Marcello Smarrelli, direttore artistico Fondazione Casoli, l’artista Irene Pittatore.

Veronafiere S.p.A.
Viale del Lavoro 8
37135 Verona
Tel. +39 045 8298111
Fax +39 045 8298288
P.IVA 00233750231

Newsletter sign up
Iscriviti

© 2018 Veronafiere S.p.A., all rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Post comment